17 Dicembre 2020
Prevenzione danni da gelate primaverili: risorse per la frutticoltura

Ammontano ad oltre 4,2 milioni di euro le risorse del bando 2020 per il Tipo di operazione 5.1.04 “Prevenzione danni al potenziale produttivo frutticolo da gelate primaverili”, introdotto con l'ultima modifica del Programma di sviluppo rurale 2014-2020.

Con la Delibera della Giunta regionale Num. 1796 del 30/11/2020 della Regione Emilia Romagna con oggetto “REG. (UE) N. 1305/2013 - PSR 2014/2020 - APPROVAZIONE BANDO UNICO REGIONALE ATTUATIVO DEL TIPO DI OPERAZIONE 5.1.04 "PREVENZIONE DANNI AL POTENZIALE PRODUTTIVO FRUTTICOLO DA GELATE PRIMAVERILI" - ANNO 2020” è stato pubblicato il bando Tipo di operazione 5.1.04.

Il bando promuove l’acquisto e l’installazione di sistemi di prevenzione per le gelate primaverili, nello specifico gli investimenti ammissibili da bando riguardano:

- l’acquisto e messa in opera di ventilatori e/o bruciatori con funzione antibrina;

- spese tecniche generali, come onorari di professionisti o consulenti, in misura non superiore al 3% dell’importo ammissibile.

Per la presentazione della domanda sono necessari 3 preventivi e la documentazione idonea a dimostrare la ricerca di mercato attuata oltre al titolo edilizio se necessario per la realizzazione dei lavori.

Le risorse complessive disponibili per il presente bando ammontano a 4.216.392,00 euro.

Il sostegno previsto è pari al 70% del costo ammissibile dell'investimento.

Si potranno presentare le domande di sostegno dal 15 dicembre 2020 alle ore 13.00 del 5 febbraio 2021.

 

Per maggiori informazioni rivolgersi a:

Ravenna           - Cinzia Galassini                        - cinzia.galassini@coldiretti.it               - 0546 622101

Forli-Cesena    - Valentina Vannelli                  - valentina.vannelli@coldiretti.it              - 0543 718353

Rimini               - Maria Angela Adamo             - RNMariaAngelaA@coldiretti.it              - 0541 741685

 

Si ricorda che gli uffici Coldiretti sono accessibili esclusivamente su appuntamento, ed è pertanto necessario un primo contatto con le modalità indicate (mail o telefono).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi