14 Aprile 2021
Agriturismi, riduzione del Canone RAI anno 2021

Il DECRETO-LEGGE 22 marzo 2021, n. 41 relativo alle misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19

All’art. 6 prevede una riduzione degli oneri delle bollette elettriche e della tariffa speciale del Canone RAI.

Infatti, per l'anno 2021, per le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico il canone di abbonamento alle radioaudizioni di cui al regio decreto-legge 21 febbraio 1938, n. 246, convertito dalla legge 4 giugno 1938, n. 880 è ridotto del 30 per cento.

 

In relazione a quanto sopra previsto è stata stanziata la somma di 25 milioni di euro, al fine di riconoscere ai soggetti interessati un credito di imposta pari al 30 per cento dell'eventuale versamento del canone intervenuto antecedentemente all'entrata in vigore del presente decreto, ovvero disporre il trasferimento a favore della RAI delle somme corrispondenti alle minori entrate derivanti dal presente articolo richieste dalla predetta società. Il credito di imposta di cui al presente decreto non concorre alla formazione del reddito imponibile.

 

Per chi ha già pagato il canone, il credito d’imposta sarà riconosciuto in automatico dall’Agenzia delle Entrate. I beneficiari potranno scegliere se utilizzare il credito nella dichiarazione dei redditi oppure nel modello F24. I destinatari, inoltre, potranno visualizzare il credito d’imposta spettante nel proprio cassetto fiscale.

Siamo in attesa dell’uscita del codice tributo per compensare l’eventuale credito d’imposta.

 

Importi in EURO per NUOVI CANONI SPECIALI in vigore dal 1° gennaio 2021

ATTENZIONE! Il Decreto Legge prevede -art. 6, comma 5 - per l’anno 2021 la riduzione del 30 per cento del canone radiotelevisivo speciale relativamente a “strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico”.

    Categoria
A
Categoria
B
Categoria
C
Categoria
D
Categoria
E
DA GENNAIO
A DICEMBRE
IMPORTI 6.789,40 2.036,83 1.018,40 407,35 203,70
DA FEBBRAIO
A DICEMBRE
IMPORTI 6.350,64 1.905,20 952,57 381,01 190,54
DA MARZO
A DICEMBRE
IMPORTI 5.773,30 1.732,00 865,98 346,37 173,21
DA APRILE
A DICEMBRE
IMPORTI 5.195,98 1.558,80 779,38 311,74 155,90
DA MAGGIO
A DICEMBRE
IMPORTI 4.618,64 1.385,60 692,78 277,10 138,57
DA GIUGNO
A DICEMBRE
IMPORTI 4.041,32 1.212,40 606,18 242,47 121,25
DA LUGLIO
A DICEMBRE
DA GENNAIO
A GIUGNO
IMPORTI 3.463,98 1.039,20 519,58 207,82 103,93
DA AGOSTO
A DICEMBRE
DA FEBBRAIO
A GIUGNO
IMPORTI 2.886,66 866,00 432,98 173,19 86,61
DA SETTEMBRE
A DICEMBRE
DA MARZO
A GIUGNO
IMPORTI 2.309,32 692,80 346,39 138,55 69,28
DA OTTOBRE
A DICEMBRE
DA APRILE
A GIUGNO
IMPORTI 1.732,00 519,60 259,79 103,92 51,97
DA NOVEMBRE
A DICEMBRE
DA MAGGIO
A GIUGNO
IMPORTI 1.154,66 346,40 173,19 69,27 34,64
DICEMBRE
O GIUGNO
IMPORTI 577,34 173,20 86,60 34,64 17,33

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi